Archivio per Sentenze

Cartelle esattoriali: estinzione conciliazione giudiziale per cessazione della materia del contendere

La Cassazione, con sentenza 23119 dell’11 ottobre 2013 stabilisce che salta la conciliazione giudiziale con il fisco se il contribuente non versa in tempo la rata. Decorsi i venti giorni dal processo verbale si verifica l’estinzione della lite fiscale.

Leggi tutto

La sentenza n. 21203 del 17 settembre 2013 della Corte di Cassazione tratta la tematica del licenziamento per giusta causa, per cui l’allontanamento costante dal posto di lavoro e ritardi immotivati costituiscono una fattispecie riferibile all'art. 2119 c.c. che prevede la risoluzione in tronco del rapporto di lavoro, in quanto si lede irrimediabilmente il nesso di fiducia tra datore e dipendente.Leggi tutto

Chi si infortuna durante una partita di calcetto con gli amici sarà più tutelato. Lo stabilisce la Corte di Cassazione con sentenza 19998 del 30 agosto 2013.

Il gestore o il proprietario del campo di calcio dovranno prestare attenzione perché sono i responsabili del danno subito dal giocatore:Leggi tutto

Dipendente a tempo pieno e libero professionista nel tempo libero: reddito troppo basso. Sentenza della Cassazione.
Un geometra, dipendente a tempo pieno in un’azienda privata, svolgeva la libera professione nel tempo libero, ma questa situazione non può legittimare il reddito negativo dichiarato.

Leggi tutto

Solo in casi urgenti, quando è possibile un danno alla cosa comune, il condomino può avviare lavori senza interpellare gli altri condomini e l’amministratore e ha diritto al rimborso. Lo stabilisce la Corte di Cassazione, con la sentenza del 3 settembre 2013 n.20154.Leggi tutto

Con la sentenza n. 19096 del 9 agosto 2013 la Cassazione afferma che è legittimo il provvedimento di licenziamento se il dipendente viola l’obbligo di fedeltà all’attività del datore di lavoro, anche in presenza di una mera previsione che possano verificarsi effetti dannosi per gli interessi del datore.Leggi tutto

Sicurezza sul lavoro: colpevole il datore se è insufficiente la formazione dei dipendenti

La Corte di Cassazione, con sentenza del 1 ottobre 2013, n. 40605, torna a parlare di sicurezza sul lavoro e dichiara inammissibile il ricorso del legale rappresentante di una società, colpevole di formazione insufficiente ai suoi dipendenti.Leggi tutto

Una sentenza a tutela dei contribuenti. E’ considerata nulla la cartella esattoriale motivata solo dall’indicazione “omesso o carente versamento dell’imposta”. Lo ha stabilito la Corte di Cassazione con l’ordinanza n. 20211 del 3 settembre 2013.Leggi tutto

La Corte di Cassazione, sezione IV, con la sentenza 12 luglio 2013, n. 30190, stabilisce l’omicidio colposo per i dirigenti di Autostrade siciliane per un incidente stradale.
Le vittime del sinistro si trovavano tutte a bordo di una AUDI A4 che percorreva l’autostrada e che, a seguito di uno sbandamento, dopo aver sfondato il guardrailLeggi tutto