Social: moda passeggera o opportunità per gli studi legali?

I social media non sono una moda passeggera. Oggi i social rappresentano la comunicazione, lo storytelling, il marketing. I social media sono flessibili, nel senso che cambiano nel tempo e ti garantiscono diversi risvolti positivi in campo professionale. Ad esempio, Twitter ha iniziato come un modo per inviare aggiornamenti di stato brevi e rapidi e oggi è una fonte di notizie o un modo per organizzare gruppi sul web. Google+ è in continua evoluzione con la sua funzione Hangout, per tenere videoconferenze con più utenti, considerata un’opportunità per gli avvocati negli Stati Uniti.

Leggi tutto

Tre consigli per gli avvocati sul web

Il content marketing è una componente estremamente importante di qualsiasi sforzo di un avvocato sul web. Può influenzare il traffico di utenti su un sito web o il grado di fiducia che un cliente ripone in voi.

Ecco tre consigli da Il Software Legale:

Leggi tutto

Cos’è il successo per un avvocato? Al primo posto, sicuramente, la risposta è l’aumento della clientela. Ogni avvocato deve tenere bene a mente che il rapporto con il cliente è suddiviso in tre parti: trovare, mantenere e coltivare.

Leggi tutto

DDL Concorrenza: scontro tra avvocati e notai?

Il DDL Concorrenza approvato dal Consiglio dei Ministri lo scorso 20 febbraio sta sobillando gli animi dei notai. Il disegno di legge avanza alcune proposte con misure estensive delle competenze degli avvocati. In breve, si consente ad altri soggetti che non sono pubblici ufficiali di mediare nella compravendita di immobili ad uso non abitativo di valore inferiore a 100.000,00 euro.

Leggi tutto

Avvocati e tempo libero: un ossimoro?

Il tempo libero è in diretto conflitto con l'attività dell’avvocato. Pertanto, al fine di trovare il tempo per la famiglia, gli hobby, il cinema o per leggere un libro, gli avvocati devono imparare a dire "no" a certe attività nello studio legale. Oppure conoscono Kleos

Leggi tutto

Il nuovo rapporto Civilisation 2030: The near future for law firms”, redatto da Jomati Consultants di Londra, prevede che i robot e l’intelligenza artificiale domineranno la maggior parte delle pratiche legali tra 15 anni, fino al "collasso strutturale" degli studi legali.

Leggi tutto

Avvocati, siti web e social network: i dati di un sondaggio

Un recente sondaggio sulla tecnologia e il settore legale realizzato da ABA negli Stati Uniti ha rilevato che il 62% degli studi legali è presente sui social network, in crescita rispetto al 55% del 2012.

Il 78 per cento degli avvocati gestisce uno o più social network per fini professionali, in particolare, gli avvocati che si occupano di contenzioso sono in prima linea sui social (84%), seguono gli avvocati che si occupano di diritto commerciale (83%) e lavoro (80%).

Leggi tutto

Il movimento di Mobilitazione Generale degli Avvocati ha avviato una protesta sui social contro la regola dei "minimi obbligatori" da versare alla Cassa Forense: circa 4mila euro annui, indipendenti dal proprio reddito, così c’è chi si ritrova a pagare più di quanto ha guadagnato.

Leggi tutto

Proprio come qualunque azienda, gli studi legali sono sensibili alle dinamiche e ai meccanismi del mercato e di conseguenza possono beneficiare notevolmente di una giusta dose di marketing. Nel business legale è difficile o addirittura impossibile impiegare tattiche e strategie di marketing univoche, tuttavia ci sono alcuni suggerimenti che possono far crescere il business del vostro studio legale.

Leggi tutto