Ricerca per ' cassazione sentenza lavoro'

Accumulava punti con la spesa dei clienti. Cassazione, licenziamento proporzionale alla condotta della cassiera

Licenziata dalla società per cui lavorava nel 2004 senza preavviso per aver accumulato punti nella sua Carta Fedeltà con le spese dei clienti. La ragazza ha chiesto l’accertamento della nullità o illegittimità del licenziamento, il reintegro nel posto di lavoro e il pagamento di tutte le retribuzioni maturate e maturande fino alla reintegra, oltre rivalutazione monetaria ed interessi legali.
La Corte di Cassazione, con sentenza 31 ottobre 2013, n. 24588, rigetta il ricorso.Leggi tutto