Ricerca per ' lavoro'

Ddl Lavoro Autonomo e Lavoro Agile approvato dal Cdm

Avvocati, liberi professionisti, titolari di contratto di collaborazione (co.co.co.) e partite Iva (no imprese) dovranno essere pagati entro 60 giorni dalla ricezione della fattura e ogni pattuizione che stabilisce un termine superiore sarà considerata abusiva.

È questa una delle tante novità contenute nel ddl sul lavoro autonomo, approvato dal Consiglio dei ministri, su proposta del Ministro del lavoro e delle politiche sociali Giuliano Poletti.

Leggi tutto

Avvocati e professionisti: uno su due sotto i 15 mila euro

“Vita da professionisti” è la ricerca dell’Associazione Bruno Trentin realizzata con il supporto della Consulta delle Professioni della Cgil e della Filcams Cgil.

La ricerca è stata dedicata ai bisogni e alle aspettative dei professionisti non dipendenti, di qualsiasi settore, condotta tramite un questionario distribuito on-line, che ha contato 2210 rispondenti.

Dai dati è emerso che quasi la metà dei rispondenti guadagna meno di 15 mila euro lordi l’anno. Solo il 7,6% dice di non avere problemi psicologi legati al lavoro mentre gli altri parlano di stress, ansia, depressione o insonnia.

Leggi tutto

Social: moda passeggera o opportunità per gli studi legali?

I social media non sono una moda passeggera. Oggi i social rappresentano la comunicazione, lo storytelling, il marketing. I social media sono flessibili, nel senso che cambiano nel tempo e ti garantiscono diversi risvolti positivi in campo professionale. Ad esempio, Twitter ha iniziato come un modo per inviare aggiornamenti di stato brevi e rapidi e oggi è una fonte di notizie o un modo per organizzare gruppi sul web. Google+ è in continua evoluzione con la sua funzione Hangout, per tenere videoconferenze con più utenti, considerata un’opportunità per gli avvocati negli Stati Uniti.

Leggi tutto

Avvocati, siete iscritti a Twitter? I tweet appaiono su Google

Google mostrerà i tweet tra le SERP, ovvero tra i risultati di ricerca. Con questa mossa, Twitter punta a incrementare traffico e utenti, Google, dal canto suo, avrà accesso al mezzo miliardo di tweet che vengono pubblicati ogni giorno, in tempo reale, fornendo risultati completi e aggiornati agli utenti.

Leggi tutto

Contenuti mobile-friendly: ecco come il cambiamento di Google interessa gli avvocati

Google ha recentemente annunciato che a partire 21 aprile l'uso del mobile-friendly sarà un parametro che condizionerà i risultati di ricerca.

Questo cambiamento avrà un impatto significativo per gli utenti che troveranno molto più facilmente risultati di ricerca di alta qualità, ottimizzati per il loro smartphone. Di contro, i siti web che non sono mobile appariranno in basso nelle SERP.

Il cambiamento di Google interessa anche avvocati e studi legali. Dopo tutto, si pubblicano più contenuti per dimostrare le competenze, per costruire relazioni e mantenere i rapporti coi clienti. Tanti studi legali hanno acquistato siti web, altri pagano servizi di SEO (Search Engine Optimization) e altri scrivono su blog legali.

Leggi tutto

Avvocati, siti web e social network: i dati di un sondaggio

Un recente sondaggio sulla tecnologia e il settore legale realizzato da ABA negli Stati Uniti ha rilevato che il 62% degli studi legali è presente sui social network, in crescita rispetto al 55% del 2012.

Il 78 per cento degli avvocati gestisce uno o più social network per fini professionali, in particolare, gli avvocati che si occupano di contenzioso sono in prima linea sui social (84%), seguono gli avvocati che si occupano di diritto commerciale (83%) e lavoro (80%).

Leggi tutto

Brevetto unico europeo: cambia il lavoro del consulente legale

Si cambia sul versante Intellectual property. L'Italia avvia il recepimento del brevetto unico europeo, cambiando la sua posizione rispetto al 2012 quando non aveva aderito alla cosiddetta "cooperazione rafforzata", contestando - assieme alla Spagna - il regime di trilinguismo (inglese, francese e tedesco) proposto dalla Commissione europea nelle discussioni.

Con l’opposizione di Spagna e Italia, il brevetto unico Europeo era valido solo in 25 Paesi (cioè tutti eccetto Italia e Spagna).

Leggi tutto

Intervista all'avvocato Maurizio Reale: come cambia la professione forense?

L’informatizzazione forense non ha solo modificato la trasmissione degli atti in Cancelleria, ma ha rivoluzionato la professione.

L’avvocato Maurizio Reale, membro del Gruppo di lavoro della Fondazione Italiana per l’Innovazione Forense, in un’intervista video a Wolters Kluwer, ha spiegato la situazione attuale in cui “gli avvocati hanno dovuto rivedere l’impostazione dello svolgimento della loro attività”.

Leggi tutto

Avvocati e tempo libero: un ossimoro?

Il tempo libero è in diretto conflitto con l'attività dell’avvocato. Pertanto, al fine di trovare il tempo per la famiglia, gli hobby, il cinema o per leggere un libro, gli avvocati devono imparare a dire "no" a certe attività nello studio legale. Oppure conoscono Kleos

Leggi tutto

« Precedenti 1 2 3 4 5 6 7 8 9