Ricerca per 'sentenza'

Truffe Bancomat? Le banche sono responsabili dei danni al cliente

Una sentenza della Corte di Cassazione, Sez. I Civile, del 19 gennaio 2016, n.806, ricordando anche la sentenza della Cassazione, n. 13777 del 2007, stabilisce che “per il caso di utilizzazione illecita da parte di terzi di carta bancomat trattenuta dallo sportello automatico” anche a fronte di un'esplicita richiesta della parte, sono necessarie “da parte dell'istituto bancario delle misure idonee a garantire la sicurezza del servizio da eventuali manomissioni”.

Leggi tutto

Prima di un sito web, ogni avvocato deve avere un account Google, per essere presente sui motori di ricerca e fare in modo che la sua sede sia raggiungibile facilmente.

Per chi si è avvicinato al web da poco tempo, può essere difficile comprendere tutte le utilità e i servizi di Google. In breve, con un unico account (gratuito) è possibile accedere a tutti i suoi servizi: Google Plus, Maps, Gmail, YouTube, My Business e perfino Analytics per analizzare le statistiche del proprio sito web.

Leggi tutto

Il TAR Campania di Napoli, Sez. I, con la sentenza del 21 febbraio 2014 n. 1144 si è occupato degli Uffici legali degli enti pubblici. In particolare, sulla “Previsione di una situazione di indipendenza e  connessione unicamente con il vertice decisionale dell’ente stesso”.Leggi tutto

Tar Lazio: Avvocati liberi di farsi pubblicità online

Tar Lazio e deontologia forense: l’avvocato è libero di farsi pubblicità online. Se per il CNF la pubblicità online minava il ruolo istituzionale dell’avvocato che deve essere scelto per le sue qualità e non per le promozioni e gli sconti offerti, il Tar Lazio dice no.

Leggi tutto

Dal momento che l’attività di avvocato può risultare noiosa e pesante, occorre pensare a soluzioni che anche online permettano ai clienti di trovare e scegliere voi e non i vostri competitors. Questo può avvenire con blog, sito web, social media e video.

Scrivere su temi caldi può farvi raggiungere da tanti clienti, ma occorre avere chiari gli argomenti su cui si desidera dissertare.

Leggi tutto

Immobile ad uso promiscuo e ispezioni da parte della Guardia di Finanza per accertamento fiscale: l’Agenzia delle Entrate propone ricorso per cassazione contro la sentenza della commissione tributaria regionale della Toscana n. 25/01/2010, depositata l’8 aprile 2010, Leggi tutto

L’orario di arrivo effettivo di un volo corrisponde al momento in cui si apre almeno un portellone dell’aereo. Solo in tale momento si può infatti determinare la portata del ritardo ai fini di un’eventuale compensazione pecuniaria. Lo ha stabilito la Corte di Giustizia Europea guardando al ritardo di un volo della compagnia aerea Germanwings da Salisburgo (Austria) a Colonia/Bonn (Germania).

Leggi tutto

La Corte di Giustizia Europea si è pronunciata così: "In un mercato unico, la possibilità, per i cittadini dell’Unione, di scegliere lo Stato membro nel quale desiderano acquisire il loro titolo e quello in cui hanno intenzione di esercitare la loro professione è inerente all’esercizio delle libertà fondamentali garantite dai Trattati".

I cittadini dell’Unione Europea possono scegliere di conseguire il titolo di avvocato in uno stato diverso dall’Italia e poi fare ritorno nel proprio Paese per svolgere la professione. La condizione è una: il titolo deve essere indicato nella lingua ufficiale dello Stato membro in cui è stato acquisito. 

Leggi tutto

La Corte di Cassazione con sentenza 26 novembre 2013, n. 26401, tratta il tema del danno morale in caso di infortunio sul posto del lavoro.
Con sentenza del 2 gennaio 2010, la Corte d’Appello di Potenza respingeva il gravame svolto da un’azienda e aveva accolto la domanda proposta da un dipendente per la condanna della società al pagamento del risarcimento del danno morale, Leggi tutto

« Precedenti 1 2 3 4 5 6 7 8 9