Ricerca per 'social network'

Contenuti mobile-friendly: ecco come il cambiamento di Google interessa gli avvocati

Google ha recentemente annunciato che a partire 21 aprile l'uso del mobile-friendly sarà un parametro che condizionerà i risultati di ricerca.

Questo cambiamento avrà un impatto significativo per gli utenti che troveranno molto più facilmente risultati di ricerca di alta qualità, ottimizzati per il loro smartphone. Di contro, i siti web che non sono mobile appariranno in basso nelle SERP.

Il cambiamento di Google interessa anche avvocati e studi legali. Dopo tutto, si pubblicano più contenuti per dimostrare le competenze, per costruire relazioni e mantenere i rapporti coi clienti. Tanti studi legali hanno acquistato siti web, altri pagano servizi di SEO (Search Engine Optimization) e altri scrivono su blog legali.

Leggi tutto

Proprio come qualunque azienda, gli studi legali sono sensibili alle dinamiche e ai meccanismi del mercato e di conseguenza possono beneficiare notevolmente di una giusta dose di marketing. Nel business legale è difficile o addirittura impossibile impiegare tattiche e strategie di marketing univoche, tuttavia ci sono alcuni suggerimenti che possono far crescere il business del vostro studio legale.

Leggi tutto

Informatizzazione di studi legali e professionisti: manca alfabetizzazione digitale

L’Osservatorio Ict & Professionisti ha avviato un’indagine per svelare l’informatizzazione di avvocati, commercialisti, consulenti del lavoro e studi multidisciplinari.

Quello che manca è un’alfabetizzazione digitale: molti professionisti pensano di non essere in grado di usare la tecnologia e quindi non si innovano né informatizzano. Leggi tutto

Avvocati, siti web e social network: i dati di un sondaggio

Un recente sondaggio sulla tecnologia e il settore legale realizzato da ABA negli Stati Uniti ha rilevato che il 62% degli studi legali è presente sui social network, in crescita rispetto al 55% del 2012.

Il 78 per cento degli avvocati gestisce uno o più social network per fini professionali, in particolare, gli avvocati che si occupano di contenzioso sono in prima linea sui social (84%), seguono gli avvocati che si occupano di diritto commerciale (83%) e lavoro (80%).

Leggi tutto

Monica Zent, un avvocato della Silicon Valley, in California, ha lanciato un nuovo social network per gli avvocati che si chiama Foxwordy. Il nome prende origine da "Fox", volpe, che suggerisce l’intelligenza e "wordy" che suggerisce la loquacità.

Per partecipare, gli avvocati devono sottoporsi a una prova per dimostrare la loro buona fede. Poi, possono navigare in totale privacy senza rivelare la loro identità agli altri membri. Alcuni dubbi sono leciti, ma le risposte ci sono.

Leggi tutto

Avvocati, professionisti e aziende global per aumentare le vendite e i contatti

Se in passato le piccole imprese e i professionisti potevano contare su una clientela fedele di vicini, amici e familiari e avevano un "marchio personale", oggi il panorama sta cambiando. Le piccole imprese si aggregano o sono acquisite da enti più grandi, i professionisti cercano di farsi un nome ed escono dai confini della propria città o paese.Leggi tutto

Il movimento di Mobilitazione Generale degli Avvocati ha avviato una protesta sui social contro la regola dei "minimi obbligatori" da versare alla Cassa Forense: circa 4mila euro annui, indipendenti dal proprio reddito, così c’è chi si ritrova a pagare più di quanto ha guadagnato.

Leggi tutto

Essere ricordati è essenziale per ogni professionista. Ecco alcune strategie consigliate da Il Software Legale per dare una buona impressione, soprattutto all’inizio di un rapporto di lavoro.Leggi tutto

Quanto traffico genera il vostro sito web? Alcuni accorgimenti

Avete il vostro sito web, ma come fare a conoscere il traffico generato? AvvocatoMyWeb con Google Analytics contribuisce a fornirvi report sulla panoramica del pubblico mensilmente.Leggi tutto

« Precedenti 1 2 3