Proprio come qualunque azienda, gli studi legali sono sensibili alle dinamiche e ai meccanismi del mercato e di conseguenza possono beneficiare notevolmente di una giusta dose di marketing. Nel business legale è difficile o addirittura impossibile impiegare tattiche e strategie di marketing univoche, tuttavia ci sono alcuni suggerimenti che possono far crescere il business del vostro studio legale.

1. Capire chi sono i clienti

Una delle cose fondamentali da fare prima di far partire qualsiasi campagna pubblicitaria è la valutazione dei vostri clienti.

Conoscendo gli interessi dei vostri clienti, saprete anche quali strumenti e quale linguaggio utilizzare: Facebook Ads? Google Adwords? Un blog? Un sito web aggiornato?

 

2. Raccogliere i dati

Nel marketing è importante monitorare i risultati delle varie campagne pubblicitarie. Ponetevi degli obiettivi: aumento di contatti, aumento del traffico web o brand awareness, cioè costruzione e consapevolezza del marchio.

L’errore è pensare che si possano raggiungere i risultati in breve tempo e in genere i risultati, secondo la mentalità di chi investe, si dovrebbero tradurre in un aumento sensibile di clienti. Soprattutto all’inizio, sarà impossibile raggiungere conversioni, ma occorre farvi conoscere e apparire spesso tra i risultati di ricerca degli utenti.

Indipendentemente dall'obiettivo, è fondamentale che le misure messe in atto possano in qualche modo manifestare il ROI (ritorno dell’investimento).

 

3. Diffondere la specializzazione del vostro studio legale

All'interno del mercato legale, ci sono molte nicchie con specializzazioni e modi di operare differenti. La maggior parte delle campagne pubblicitarie di successo hanno un marchio chiaro che permette all'azienda di differenziarsi dai suoi concorrenti. Così, per catturare l'attenzione del vostro pubblico, è importante tenere a mente che il messaggio da comunicare deve essere chiaro e trasparente, sia su Google che sui social network come Facebook.

Se il vostro studio legale è tech grazie a software che rendono più veloce e facile la gestione delle pratiche (vedi il software Suite Avvocato Elite) o se potete essere contattati sempre in mobilità e gestire il cliente anche da casa (vedi il software e app Kleos), se offrite consulenza online, allora è fondamentale mettere in evidenza queste specifiche.

 

4. Non sottovalutare il potere dei contenuti

Quando parliamo di contenuti, ci riferiamo a testi e immagini. Una pagina per ogni specializzazione dello studio, con case study o una descrizione dettagliata per ogni area di attività è più efficace di un mero elenco come “Ci occupiamo di Diritto del Lavoro, Diritto Civile, Diritto Penale”.

Anche le immagini, le foto dello staff e dello Studio Legale sono rassicuranti. Per un sito web di successo, guarda i modelli di AvvocatoMyWeb.

 

5. Puntare al local

Assicuratevi di usare termini geograficamente specifici nei contenuti del sito web: questa è la chiave per essere trovati nelle ricerche locali. In più, ottimizzate le pagine dei social network, con nome, contatti, indirizzo e informazioni su questi siti. Siate coerenti con tutte le informazioni online.

 

6. Siti mobile-friendly

Ottimizzate il vostro sito web per i dispositivi mobili. Se possedete un sito web e monitorate le visite su Google Analytics, noterete che le visite al sito web dai dispositivi mobili sono tantissime, ma gli utenti con lo smartphone sono quelli che abbandonano il sito dalla stessa pagina da cui sono entrati (frequenza di rimbalzo) e dopo pochi secondi. Perché? Perché la navigazione diventa problematica se il sito web non è responsive, ovvero se la grafica e i contenuti non sono ottimizzati per smartphone e tablet, così l’utente è costretto a zoomare la pagina e spostarla per leggere. AvvocatoMyWeb garantisce siti web responsive e alte performance, per avvocati innovativi e moderni.

Scrivi un commento

 
 
 
 Il codice visualizzato fa distinzione tra le lettere maiuscole e quelle minuscole.