Ricerca per ' vittima'

Truffe Bancomat? Le banche sono responsabili dei danni al cliente

Una sentenza della Corte di Cassazione, Sez. I Civile, del 19 gennaio 2016, n.806, ricordando anche la sentenza della Cassazione, n. 13777 del 2007, stabilisce che “per il caso di utilizzazione illecita da parte di terzi di carta bancomat trattenuta dallo sportello automatico” anche a fronte di un'esplicita richiesta della parte, sono necessarie “da parte dell'istituto bancario delle misure idonee a garantire la sicurezza del servizio da eventuali manomissioni”.

Leggi tutto

La Sezione Lavoro della Cassazione Civile con sentenza 12725/2013 tratta il tema del mobbing sul posto di lavoro che deve essere argomentato e corredato da prove e dall'elemento soggettivo.Leggi tutto

Il reato di stupro si manifesta anche nel caso in cui la vittima in un primo momento consenziente, manifesti il suo dissenso durante un rapporto sessuale. Lo ha stabilito la Corte di Cassazione condannando in via definitiva un 23enne di Novara Leggi tutto

Continua dal 18 febbraio la protesta dell’Avvocatura per dire basta alle riforme parziali della Giustizia e a un Governo che non si confronta con le categorie interessate, incrinando il sistema.Leggi tutto

Con sentenza n.18826 del 29 aprile 2013 la Corte di Cassazione ha stabilito che chi si spaccia per un'altra persona nelle chat compie reato di sostituzione di persona, anche utilizzando un nickname.
Il caso riguarda una donna che aveva divulgato in una chat erotica il numero di telefono cellulare della sua ex datrice di lavoro, Leggi tutto

"Tolleranza zero contro la pedopornografia", ha sottolineato lo staff di Facebook, dopo la pubblicazione di un video pedopornografico, rimasto alcune ore visibile sul social network prima di essere bloccato.Leggi tutto

La Corte di Cassazione, con la sentenza n. 45648 del 14 novembre 2013, respinge il ricorso di un uomo condannato in primo e secondo grado per i reati di stalking e violenza sessuale, sebbene la difesa sosteneva che alcuni comportamenti della donna incentivassero l’atteggiamento molesto dell’uomo.Leggi tutto

Incidenti e vittime. La Cassazione licenzia tre sentenze. Con la sentenza n. 9231/13 ha stabilito la personalizzazione dell'indennizzo di un danno non patrimoniale, il danno biologico: nell'indennizzo riconosciuto ad una vedova, viene valutata, oltre alla durata e all'intensità del rapporto vissuto, anche la perdita del sostegno nell'educazione e nel mantenimento dei figli minori.Leggi tutto

La Terza Sezione Civile della Corte di Cassazione con sentenza del 5 marzo 2013, n. 5399 stabilisce il concorso di colpa quando il pedone viene investito fuori dalle strisce pedonali.Leggi tutto

« Precedenti 1 2