Tre consigli per gli avvocati sul web

Il content marketing è una componente estremamente importante di qualsiasi sforzo di un avvocato sul web. Può influenzare il traffico di utenti su un sito web o il grado di fiducia che un cliente ripone in voi.

Ecco tre consigli da Il Software Legale:

  1. Siate originali e sinceri

Un avvocato non dovrebbe cercare di essere qualcuno che non è, ma dovrebbe lavorare duramente per riflettere il significato e l'ideologia del proprio studio legale. Questo è importante perché i consumatori bramano autenticità e in caso di contenuti sul web non è difficile scovare le copie.

  1. Ascoltate i vostri clienti

L'ascolto di ciò che i clienti hanno da dire porta buoni risultati a lungo termine. Gli avvocati possono creare un nuovo pubblico sui social media, telefonare ai clienti passati per dimostrarsi interessati alla loro situazione.

È importante anche capire cosa porta le persone a gravitare attorno un avvocato piuttosto che a un altro.

Gli avvocati possono quindi tradurre ciò che imparano dai loro clienti in una strategia di contenuti. Per esempio i clienti possono pensare che sia importante fidarsi del loro avvocato. Quindi potreste produrre contenuti che vertano su idee che sviluppano un rapporto di fiducia con un avvocato.

  1. Contenuti mobile-friendly

Non ci stancheremo mai di ripeterlo: oggi se non vi vedono dallo smartphone, non esistete. Non solo i siti web che produciamo, ma anche il nostro blog, i nostri software (vedi Kleos, per collegarti alle tue pratiche anche da smartphone), e perfino le nostre Landing Page sono mobile-friendly. Questa è una sorta di indiretta e innovativa strategia di contenuti.

L’utilizzo dei dispositivi mobile è salito alle stelle negli ultimi anni e sta diventando sempre più popolare. Gli avvocati che non hanno un sito web responsive (ottimizzato per tutti i dispositivi mobili) dovranno dotarsi di uno (Scegli un template su AvvocatoMyWeb, siti web disegnati e progettati per Avvocati innovativi). Se gli utenti devono ridimensionare la finestra per leggere il testo o se il sito non è mobile, sarà facile abbandonarlo. Inoltre, Google avvisa gli utenti con la scritta “mobile-friendly” davanti ai siti web sui risultati del motore di ricerca, dando la priorità rispetto ai siti non responsive.

L'obiettivo è quello di rendere il consumo di contenuti il più semplice e accessibile possibile per gli utenti.